Al SEATEC 2018 è stato presentato un innovativo motore elettrico per imbarcazioni, frutto dello sviluppo nell’ambito del progetto MERLAN – Motore Elettrico Rotativo Lineare per Applicazioni Navali. La rassegna di tecnologia, componentistica, design e subfornitura per la nautica da diporto e il navale si è svolta a Carrara dal 5 al 7 aprile. La tecnologia, a cui stanno lavorando gli Associati al Cluster Trasporti Area Science Park e l’Università di Trieste insieme alle aziende Lampas System e Officina Navale Quaiat, è stata illustrata durante un workshop di formazione multi-tematico dedicato al settore nautico.

MERLAN, finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (bando POR-FESR 2014-2020), potrebbe rivoluzionare tutte le unità propulsive a bordo di navi e yacht – fanno sapere. È infatti una tecnologia particolarmente innovativa, soprattutto per la sua forma: lineare e non cilindrica. Ciò significa che la macchina può essere installata anche in spazi ristretti e lunghi, laddove un “classico” motore rotante a geometria cilindrica – di pari potenza – non può essere alloggiato. Altri vantaggi riguardano l’efficienza energetica, la semplicità costruttiva, la robustezza e la silenziosità.

Il motore, ideale per gestire carichi a bassa velocità e coppia elevata come verricelli, pinne stabilizzatrici, timoni, eliche di prua, può essere utilizzato anche per la propulsione. La sua struttura lineare dispone di due alberi rotanti, il che risulta particolarmente vantaggioso in tutte quelle applicazioni in cui una coppia di carichi (eliche, pinne stabilizzatrici, timoni, ecc.) necessita di forza in modo sincronizzato, mantenendo la stessa velocità o spostamento su entrambi gli alberi.

Fonte: Area Science Park