Alstom ha consegnato alla Roads and Transport Authority di Dubai (RTA) il primo dei 50 convogli Metropolis che viaggeranno sulle linee Red e Green della città.

Nel 2016, il consorzio ExpoLink guidato da Alstom, composto anche da ACCIONA e Gulermak, ha firmato un contratto con RTA per progettare e costruire l’estensione della linea metropolitana rossa di Dubai e aggiornare la linea esistente. Il progetto, noto anche come Route 2020, vale complessivamente 2,6 miliardi di euro, e dovrebbe iniziare il servizio commerciale nel 2020, in tempo per l’Expo mondiale.

Alstom si impegna a essere uno stretto partner a lungo termine degli Emirati Arabi Uniti, rispondendo alle esigenze di mobilità e supportandolo nei suoi prossimi progetti di trasporto “, ha dichiarato Didier Pfleger, Vicepresidente senior Alstom per Medio Oriente e Africa.

Il treno, prodotto presso il sito Alstom di Katowice in Polonia, è arrivato a Dubai dopo essere stato spedito dal porto di Bremerhaven in Germania. Alstom copre la fornitura dell’intero sistema metropolitano, compresi 50 convogli Metropolis, alimentazione, segnalazioni senza conducente, comunicazione e sicurezza, controllo automatico delle tariffe, lavori su binari, portelli di piattaforma e una garanzia di tre anni sull’intero sistema.

I convogli Metropolis per Dubai sono lunghi 85,5 metri e sono composti da cinque carrozze ciascuno. Potranno trasportare fino a 700 passeggeri ciascuno. Il treno offre un eccellente livello di esperienza dei passeggeri, grazie a larghi corridoi, grandi porte e finestre, tre aree specifiche per Silver, Family e Gold Classes. Ecologico, il treno è dotato di un sistema di frenatura elettrico completo, illuminazione a LED e altre innovazioni per ridurre il consumo energetico.

“Siamo estremamente orgogliosi di consegnare, in tempo, il primo convoglio Metropolis alla RTA. Questa è una pietra miliare significativa in un progetto prestigioso che fornirà a residenti e visitatori di Dubai un sistema metropolitano affidabile, confortevole ed ecologico in vista dell’Expo Mondiale.

 

Fonte: Alstom