L’UE dà l’ok al progetto I RAIL per l’integrazione ferroviaria con il mondo della logistica e quello doganale che comprende Italia, Spagna e Portogallo

I RAIL ha come obiettivo quello di attuare e sviluppare procedure a livello europeo tra gli operatori ferroviari per contribuire a un sistema di scambio di informazioni conforme al quadro europeo che vede l’integrazione e l’interoperabilità dei sistemi come paradigma per lo sviluppo di un trasporto efficiente ed efficace.
Il progetto andrà a supportare le imprese ferroviarie, i gestori delle infrastrutture e gli stakeholder nell’attuazione delle norme TAF TSI per realizzare l’interoperabilità e la sicurezza dei dati all’interno del sistema ferroviario dell’Unione Europea e di estendere questa rete a tutto il sistema logistico intermodale.

La compagine italiana formata da Agenzia delle Dogane, Confetra, Circlee AdSP del Mar Ligure Orientale, oltre che da alcune aziende del cargo ferroviario merci, trarrà dal progetto un’importante opportunità di innovazione e digitalizzazione dei processi ferroviari, logistici e doganali. In particolare, per l’Italia, l’obiettivo sarà lo sviluppo di nuovi processi interoperabili digitali non solo con dati ferroviari, ma anche inerenti a informazioni a valenza logistica e doganale a supporto di imprese ferroviarie, terminal ferroviari e Multimodal Transport Operator.

I RAIL prevede nel periodo 1 gennaio 2019 – 31 dicembre 2022 un valore complessivo di 11.957.067€.

Le aziende italiane coinvolte nel progetto esprimono grande soddisfazione.

“I RAIL rappresenta un tassello fondamentale nella strategia di sviluppo digitale di Circle nel mondo ferroviario», afferma Alexio Picco, Business Development e Funding Director di Circle. «Questo progetto si integra perfettamente con i coerenti sviluppi sia in termini di innovazione nei processi di primo/ultimo miglio e di gestione integrata logistico-doganale di corridoio sia in termini di supporto all’evoluzione dello standard TAF TSI per il quale stiamo supportando le Commissione Europea (DG MOVE) in uno specifico studio”.

“La partecipazione di Confetra in I RAIL – dichiara il Presidente confederale Nereo Marcucci – sottolinea il riconoscimento della Confederazione – anche a livello comunitario – quale Organizzazione rappresentativa dell’interoperabilità e degli operatori dell’intera catena logistica. Daremo un rilevante contributo, nella ricerca dell’ottimizzazione dei processi ai vari livelli, portando al tavolo il punto di vista delle imprese”.

Per quanto riguarda Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM), intende “contribuire ad una gestione automatizzata dei gate ferroviari nei porti e negli interporti, sostituendo i controlli dei documenti cartacei con procedure digitalizzate e con lo scambio di informazioni tra sistemi. L’approvazione del progetto rappresenta una ulteriore conferma della validità della strategia portata avanti dall’ADM con l’obiettivo di contribuire a rendere più competitivo il sistema logistico e portuale italiano grazie all’applicazione di tecnologie innovative”.