Il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca ha reso pubblico il decreto relativo alle procedure di riconoscimento dei Cluster Tecnologici nazionali. In particolare sono state approvate le allegate Linee guida per la redazione del Piano di Azione triennale dei CTN riconosciuti come Poli di innovazione – e del loro sistema di monitoraggio e valutazione. La norma prevede uno stanziamento annuale a favore dei CTN non superiore al 5 per cento, inclusi gli oneri per le attività di valutazione del Fondo per gli Investimenti nella Ricerca Scientifica e Tecnologica (FIRST).

Il Piano di Azione rappresenta il documento programmatico triennale, da aggiornare annualmente, in cui i CTN definiscono le attività da svolgere e le relative modalità operative. L’azione dei CTN è caratterizzata da due elementi fondamentali: la definizione e l’aggiornamento di roadmap tecnologiche e di sviluppo dell’Area di Specializzazione di afferenza del Cluster e le attività di animazione della comunità di ricerca industriale e di supporto alla realizzazione di tali roadmap tecnologiche e di sviluppo.

 

Il Piano di Azione dei CTN si articola in tre sezioni:

  • Roadmap tecnologiche e di sviluppo innovative dell’area di specializzazione.
  • Attività di supporto alla realizzazione delle roadmap tecnologiche e di sviluppo e di creazione di una comunità della ricerca industriale
  • Sezione Mezzogiorno