La Marinette Marine Corporation (Gruppo Fincantieri) si è aggiudicata la gara per la progettazione di dettaglio e la costruzione per le nuove fregate lanciamissili della US Navy, del valore di 800 milioni di dollari.

Fincantieri si è aggiudicata la gara del programma FFG(X) vincendo contro altri cantieri navali statunitensi. La proposta del Gruppo è stata giudicata la più avanzata e innovativa, si basa sulla piattaforma delle fregate FREMM, ritenuta la migliore al mondo sotto il profilo tecnologico, su cui si fonda un programma di dieci unità per la Marina Militare Italiana che Fincantieri sta completando.

Il contratto prevede la consegna della “capoclasse”, cui dovrebbero seguire di volta in volta nei prossimi anni le altre nove navi opzionate. Il valore di 5,5 miliardi di dollari si riferisce alla sola quota Fincantieri, successivamente verranno bandite nuove gare per le forniture di armamento e equipaggiamento facendo salire l’ammontare complessivo del contratto a 19 miliardi di dollari. Nell’ambito del programma, la US Navy prevede la costruzione di ulteriori 10 unità, per un totale di 20.

Con questo successo, Fincantieri raccoglie i frutti di un lungo lavoro. Oltre ad aver sviluppato il programma Littoral Combat Ships, che prevede la costruzione di 16 navi (di cui 10 già consegnate), lo scorso dicembre FMM ha ottenuto un ordine plurimiliardario per la costruzione di 4 unità Multi-Mission Surface Combatants (MMSC), destinate al regno dell’Arabia Saudita, nell’ambito del programma Foreign Military Sales degli Stati Uniti.