Scade oggi (28 ottobre) la call per partecipare agli incontri one-to-one organizzati nell’ambito della Settimana Cina Italia della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione in programma dal 24 al 29 novembre del 2019 a Pechino e Jinan.

Sono già più di 300 le organizzazioni cinesi e italiane iscritte. Nel corso degli ultimi anni la Settimana ha coinvolto più di 8000 esperti in occasioni di visite reciproche, ha prodotto circa 5000 azioni di trasferimento tecnologico e più di 600 accordi di cooperazione scientifica e tecnologica.

La Settimana Cina-Italia punterà a moltiplicare le potenzialità di cooperazione in numerosi settori strategici, tra cui intelligenza artificiale, smart cities, biomedicina, aerospazio, energie e tecnologie verdi, mobilità sostenibile, tecnologie per la valorizzazione del patrimonio culturale.

Decima edizione

Giunta al suo 10° anniversario, la Settimana dell’Innovazione vedrà la partecipazione dei ministri della Ricerca Lorenzo Fioramonti e del suo omologo cinese Wang Zhigang.

Questa edizione acquista particolare rilevanza in considerazione della recente adesione dell’Italia alla Belt and Road Initiative nonché in vista del prossimo 50° anniversario delle relazioni diplomatiche bilaterali che cadrà nel 2020.

 

Il programma

Previsti seminari tematici, tavoli di networking, incontri one to one e un’intensa azione di promozione.

Oltre alle azioni di networking e ai seminari sono previste numerose le visite, sia a Pechino sia a Jinan, presso incubatori, parchi scientifici e centri di ricerca in modo da favorire opportunità di partnership tra realtà innovative cinesi e imprese italiane.

Tra gli eventi da non perdere: China-Italy Innovation Forum; il Sino-Italian Exchange Event promosso con la Regione Campania e la Best Startup Showcase-Entrepreneurship Competition.

Ad aprire la Settimana sarà il 25 novembre il Sino-Italian Exchange Event presso lo Science Center di Pechino. Promosso dalla Regione Campania e dalla Beijing Association for Science and Technology. I settori strategici sui quali verranno indirizzate le azioni di matching saranno quattro: ricerca e tecnologie per la lotta alle patologie oncologiche; mobilità intelligente e sostenibile; valorizzazione del patrimonio culturale; agricoltura moderna.

Il China-Italy Innovation Forum verrà inaugurato il 26 novembre dai rispettivi ministri della Ricerca. Saranno sei i seminari tematici declinati, rispettivamente, su intelligenza artificiale e manifattura avanzata, smart cities e mobilità sostenibile, biomedicina, energie sostenibili, tecnologie per il patrimonio culturale e, in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana e Cinese, l’aerospazio. Oltre ai seminari tematici, il CIIF vedrà l’apertura dei tavoli per gli incontri one-to-one tra ricercatori e imprenditori.

Il 27 novembre le startup, le imprese e i ricercatori italiani avranno modo di visitare Poli di Innovazione e Centri di eccellenza della capitale cinese.

Il 28 e 29 novembre la delegazione italiana si sposterà a Jinan per visitare Parchi tecnologici e centri di ricerca.