Il Ministero dei Trasporti stanzia 5 milioni di euro – messi a bilancio nell’ultima Legge di stabilità – nel progetto “Guidiamo Sicuro” dedicato agli autotrasportatori in collaborazione con l’albo di categoria.

Un progetto di formazione di 24 mesi dedicato a oltre 4000 mila conducenti per formare una nuova generazione di autisti sempre più connessi, sicuri e “green“.

Grazie ad una piattaforma e.learning, caratterizzata da requisiti di interattività, dinamicità e modularità, si potrà costantemente monitorare l’attività dei partecipanti al corso e sarà possibile inoltre verificare l’effettiva partecipazione attiva del formando attraverso controlli da remoto.

Il progetto è stato presentato durante il Convegno “Sicurezza, formazione, regolarità: le sfide dell’autotrasporto italiano” organizzato dall’Albo degli Autotrasportatori e tenutosi al Transpotec Logitec 2019.

Durante i lavori il Viceministro alle Infrastrutture e ai trasporti Edoardo Rixi ha dichiarato che la collaborazione con l’Albo mira a “sviluppare corsi e formare i giovani a questa professione, creando una generazione di autisti consapevole del ruolo importante che loro hanno nella catena logistica del nostro Paese, ma anche nel rispetto ambientale e della sicurezza in strada”.