Il Presidente del Cluster Trasporti Enrico Pisino ha partecipato a Roma, in veste di coordiatore del Tavolo di lavoro sulla mobilità connessa (telematica applicata ai trasporti, nuove tecnologie, monitoraggio digitale), all’incontro di avvicinamento al G7 Trasporti “Trasportiamo l’Italia, la strada della sostenibilità” organizzato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il supporto di Aiscat, UIRNet e TIR.

Il confronto è partito dallo studio commissionato da Uirnet a The European House Ambrosetti sui vantaggi della Piattaforma Logistica Nazionale nei processi logistici. Lo studio ha mostrato come la digitalizzazione e l’omogeneizzazione dei servizi grazie alla Piano Logistico Nazionale permettebbe di recuperare le inefficienze della filera logistica in Italia, quantificabile in un valore che va dai 6.96 ai 9.89 miliardi di euro.

Per far questo il tavolo, attraverso la relazione di Pisino, ha portato avanti la richiesta di un lavoro congiunto fra ministeri interessati e operatori del settore, sotto la cabina di regia del Governo. C’è necessità di una azione sistematizzata e centralizzata. La filosofia da seguire in questa rivoluzione è quella del paradigma “once”, e cioè un unico invio di documentazione digitale e un unico controllo da parte della pubblica amministrazione (senza chiedere ogni volta documenti ai soggetti interessati). La digitalizzazione serve così a rendere un servizio reale ai cittadini e alle imprese e si trasforma in un valore aggiunto.