Si è conclusa la seconda campagna del Pilot test per il progetto europeo di innovazione Scene (Smart City on the Edge Network Enhancements).

Il progetto, di cui AlmavivA è partner, ha validato la versione finale della piattaforma IoT per il Mobile Edge Computing, attraverso tre differenti Use Case.

Portogallo, Francia e Italia hanno ospitato la campagna di test durante la quale, per le restrizioni sanitarie in corso, il consorzio è rimasto in contatto con le squadre in campo attraverso una virtual room.

Nella piattaforma, un insieme di dispositivi Gateway Intelligenti (IGW, Intelligent Gateway) sono posizionati in veicoli che percorrono la città e al loro passaggio interagiscono con differenti sensori distribuiti per collezionare dati da inviare al centro servizi, la Service Platform di Scene. Grazie alle funzionalità di Edge Computing, è possibile installare APP a bordo degli IGW che possono interagire in maniera complessa con sensori proprietari.

Il Pilot italiano, che ha avuto luogo a Catania in un edificio storico del partner di progetto AMT, si è focalizzato sul monitoraggio di infrastrutture critiche ed edifici mediante sensori di movimento e vibrazione. Un totale di sei sensori IoT sono stati posizionati su pareti interne ed esterne dell’edificio da monitorare. Sono state utilizzate due differenti tipologie di sensori: la prima composta da due sensori programmabili basati su tecnologia Raspberry, progettati e realizzati internamente da AlmavivA, dotati di accelerometro, giroscopio e termometro; la seconda costituita da quattro accelerometri commerciali beacon basati su tecnologia Bluetooth Low Energy (BLE).
Il Pilot portoghese ha utilizzato un sensore basato su tecnologia AI per rilevare auto parcheggiate in doppia fila nella città di Matosinhos. Il Pilot francese, a Rennes, ha monitorato la qualità dell’aria.

Nel Pilot italiano è stata dispiegata una rete di tre IGW SCENE, due installati su bus di linea di AMT e un terzo all’interno dell’edificio da monitorare. La giornata è iniziata con l’esecuzione di uno stress test per misurare i livelli di performance della Service Platform centrale nel processare alti volumi di dati in ingresso. I due sensori Raspberry sono stati configurati opportunamente per generare messaggi alla frequenza di cento millisecondi. Il Pilot è poi continuato con un più basso livello di traffico per l’intero giorno, abbassando la frequenza di lavoro dei due sensori Raspberry a 250 millisecondi.

Nei Pilot italiano e francese è stato inoltre validato un altro componente fondamentale di Scene, il Content Delivery System, il cui obiettivo è offrire connettività Internet e contenuti on demand all’interno dei bus equipaggiati con IGW.

Sono più di un milione le differenti misurazioni IoT ricevute, elaborate e registrate nel Data Lake della Service Platform di SCENE durante tutto il test. I dati sono stati analizzati da AlmavivA utilizzando le funzionalità di Analytics, implementate per monitorare il livello di performance della piattaforma.

Il Pilot ha dimostrato la flessibilità e le potenzialità della piattaforma SCENE per monitorare infrastrutture critiche – beni culturali, edifici storici o altre infrastrutture – anche in aree sensibili per la loro natura morfologica, come nel caso di Catania, zona sismica. Le Dashboard realizzate si sono dimostrate essere un prezioso strumento di analisi per supportare opportuni interventi di manutenzione sull’asset monitorato.