L’evoluzione digitale è un fattore chiave per la crescita aziendale, soprattutto delle medie e piccole imprese ma i costi di realizzazione sono ingenti.

La Commissione europea e il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) lanciano un nuovo progetto pilota di digitalizzazione dedicato proprio alle PMI, all’interno dello strumento di garanzia dei prestiti del programma COSME 2014-2020, dotato di un budget di circa 2,3 miliardi.

L’inclusione del progetto pilota di digitalizzazione nell’ambito del programma europeo COSME trova la sua ragion d’essere nel sostegno che questo può dare, essendo già avviato e di successo, come ad esempio la possibilità di fruire della consulenza di intermediari finanziari per raggiungere gli obiettivi di sviluppo tecnologico prefissati.

L’iniziativa del progetto pilota permette al FEI di fornire il proprio sostegno nell’ambito dello strumento di garanzia dei prestiti a valere su COSME, per agevolare la trasformazione digitale delle PMI. Il finanziamento sarà erogato a tutte le PMI, a prescindere dal loro attuale livello di digitalizzazione.

L’iniziativa pilota può contare sul sostegno del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) e rientra anche nella strategia per il Mercato Unico Digitale, che mira ad offrire opportunità ai privati e alle imprese di sviluppo digitale, oltre ad avere come obiettivo quello di rafforzare la posizione dell’Europa quale leader mondiale nell’economia digitale.