I fondi che finanziano la realizzazione di interventi nel settore dei sistemi di trasporto rapido di massa potranno essere utilizzati fino al 31 dicembre 2021, lo stabilisce un decreto firmato dalla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, acquisito dalla Conferenza Unificata.

Con lo stesso decreto si consente al Comune di Vicenza di utilizzare il finanziamento di 19 milioni di euro ottenuto per la fornitura di 16 filobus, estendendo l’acquisto anche ai veicoli ‘flash charge’, comunque elettrici, ma molto più performanti in termini di percorrenza di lunghe tratte in autonomia e quindi senza linea aerea di captazione.

Un sistema tecnologico che la città di Vicenza, che fa parte del patrimonio Unesco, ha fortemente sostenuto per non andare ad impattare sul contesto urbanistico, storico, paesaggistico e monumentale.

È stata accolta anche la richiesta del Comune di Catania che, secondo quanto stabilito nel decreto, potrà utilizzare i 10 milioni di euro, originariamente previsti per la fornitura di materiale rotabile della ferrovia Circumetnea, per l’adeguamento antincendio della tratta Borgo-Galatea-Porto e per lo sviluppo del sistema di bigliettazione elettronico.