Un invito pilota a manifestare interesse per creare “Living Labs” per la sperimentazione di nuove tecnologie e applicazioni per le smart cities. Lo ha aperto il Joint Research Centre (JRC) della Commissione Europea mettendo a disposizione due dei propri siti di ricerca a Ispra (Italia) e Petten (Paesi Bassi) che permettono di testare soluzioni digitali avanzate applicate al settore dei trasporti e dell’energia per le smart cities.
Il bando è aperto a organizzazioni pubbliche e private negli Stati membri dell’UE e nei paesi associati a Horizon 2020, e in particolare alle piccole e medie imprese e start-up: è possibile manifestare interesse fino al 31 dicembre 2021.

I Living Labs sono luoghi che ricreano condizioni di vita reale, in ambienti agili e controllati e interoperando con diversi dispositivi, sistemi e infrastrutture ICT, affrontando questioni di regolamentazione e sicurezza, tra cui la privacy e la protezione dei dati, e coinvolgendo una moltitudine di attori e parti interessate.

Le priorità tematiche per il Living Lab di Ispra dedicato ai trasporti sono: trasporti condivisi;  consegna automatizzata porta a porta; connettività e comunicazione tra veicoli (V2X); navette e robo-taxi automatizzati; soluzioni per veicoli puliti.

Le priorità tematiche per il Living Lab di Ispra e Petten sulle soluzioni per l’energia riguardano: tecnologie e strumenti per la gestione dell’energia; dispositivi e sistemi di Internet of Things; strumenti avanzati per l’analisi e la visualizzazione dei dati.