Thales Alenia Space France ha firmato un contratto con l’Esa (Agenzia spaziale europea) per sviluppare il modulo ESPRIT (European System Providing Refuelling, Infrastructure and Telecommunications) destinato al Lunar Gateway. ll modulo verrà utilizzato come sistema di rifornimento e per le comunicazioni. Il contratto vale 296,5 milioni di euro.

Thales Alenia Space France è l’appaltatore principale e lavorerà con Thales Alenia Space Italia e Regno Unito in un team internazionale, con contributi chiave anche da Belgio e Spagna.

ESPRIT comprende due elementi principali: HLCS (Halo Lunar Communication System), che garantirà le comunicazioni tra il Gateway e la Luna, ed ERM (ESPRIT Refueling Module), che fornirà xenon e propellenti chimici. Oltre ad estendere la vita utile del Gateway, ERM aprirà la strada a un lander lunare per il trasporto nello spazio profondo (verso Marte). ERM dispone di un tunnel pressurizzato con ampie finestre che offrono una vista a 360°.
La costruzione sarà ultimata nel 2026, con il lancio previsto per il 2027.

Il Gateway permetterà l’esplorazione lunare favorendo lo svolgimento di ricerche e l’applicazione di tecnologie e processi necessari per condurre le missioni verso Marte.

L’European System Providing Refueling, Infrastructure and Telecommunications (ESPRIT) sarà formato da un modulo cilindrico dotato di un ambiente lavorativo per gli astronauti, come un modulo della Stazione Spaziale Internazionale: includerà un osservatorio a 360° rivolto alla Luna e verso gli altri veicoli spaziali che attraccheranno all’avamposto lunare.

L’elemento per le comunicazioni è in fase di sviluppo per essere lanciato nel 2024, montato nel primo modulo del Gateway, mentre il modulo per il rifornimento sarà pronto per essere lanciato nel 2027.

Thales Alenia Space è già coinvolta nella costruzione di Halo-Habitation and Logistic Outpost della NASA, in partnership con Northrop Grumman.

Thales Alenia Space sta guidando lo sviluppo di I-HAB (International – Habitat), un modulo abitabile pressurizzato che fornirà alloggi per l’equipaggio, oltre a punti di attracco per i veicoli in transito. Attingendo alla lunga esperienza di Thales Alenia Space nello sviluppo di moduli pressurizzati per la ISS (Stazione Spaziale Internazionale), I-HAB segnerà la transizione a una nuova generazione di infrastrutture spaziali per l’esplorazione dello spazio con strutture più leggere e sistemi di protezione avanzati, sistemi di aggancio e portelli evoluti, architetture funzionali migliorate, sistemi di controllo termico più. Per la prima volta, I-HAB subirà una lunga esposizione all’ambiente dello spazio profondo, consentendo di testare potenziali soluzioni per la protezione dalle radiazioni cosmiche.