Il settore crocieristico nei porti italiani riprende a crescere. E’ quanto emerge dalle dichiarazioni di Sergio Senesi, Presidente di Cemar Agency Network di Genova fatte durante la Seatrade Cruise Global in corso a Miami.

Secondo le previsioni 2019 – 2020  sono attesi 13 milioni di passeggeri. Saranno ben 11.911.000 i passeggeri movimentati nei porti italiani  in questo anno (+7,13% rispetto al 2018), prevista poi una ulteriore crescita nel 2020 del 7,88%.

“Ritengo che un risultato così positivo – commenta Senesi – vada ricondotto principalmente alle nuove unità che stanno entrando a far parte di tutte le più importanti flotte di navi da crociera”.

Nel 2019 saranno 70 i porti italiani coinvolti nel traffico crocieristico. Proseguirà il primato di Civitavecchia, con 2.567.000 passeggeri movimentati (+5,13% rispetto al 2018). Seguiranno Venezia con 1.544.000 passeggeri (-1,06%) e al terzo posto Genova con l’ottimo risultato di 1.343.000 passeggeri (+32,79%). Sarà quindi la volta di Napoli con 1.187.000 (+20,35%), Livorno con 812.000 (+3,29%). La classifica dei primi 10 porti italiani si chiude con Savona, Bari, La Spezia, Palermo e Messina.

Tra le Compagnie che nel 2019 movimenteranno il maggior numero di passeggeri nei porti italiani, il podio è occupato da MSC Crociere (3.622.000 pax), Costa Crociere (2.725.000 pax) e Norwegian Cruise Line (863.000 pax).

I mesi più trafficati saranno quelli di ottobre (1.744.000 passeggeri e 781 scali), giugno (1.505.000 passeggeri e 614 scali), settembre (1.497.000 passeggeri e 627 scali) e maggio (1.488.000 passeggeri e 687 scali), mentre i meno trafficati saranno ovviamente quelli invernali; febbraio (166.000 passeggeri e 59 scali) e gennaio con 193.000 passeggeri e 60 scali).

 

Fonte: CEMAR AGENCY NETWORK