Apperte le iscrizioni per partecipare alla Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione in programma dal 4 al 6 dicembre prossimi.

La principale piattaforma italiana di cooperazione con la Cina in ambito scientifico e tecnologico è finalizzata a creare partenariati scientifici, tecnologici e produttivi nei contesti innovativi ricerca-impresa.

Come partecipare
Possono partecipare alla Settimana dell’innovazione le imprese e tutti i soggetti pubblici e privati (centri di ricerca, università, cluster tecnologici nazionali, imprese e start-up, distretti innovativi, parchi scientifici e tecnologici, associazioni di categoria, etc.) con una sede in Italia, attivi nell’innovazione di prodotto e processo o nella ricerca scientifica e tecnologica, e che hanno interesse a confrontarsi con potenziali clienti o partner della Repubblica Popolare Cinese.

La call di partecipazione promuove l’adesione per la partecipazione italiana agli eventi e alle attività in programma. Particolare attenzione è rivolta agli incontri One-to-One per per permettere ai partecipanti di proporsi sul mercato cinese o verificare le opportunità di scambio segnalate dalle imprese, centri di ricerca ed enti cinesi.

Si ricorda agli associati che la partecipazione alla manifestazione, agli incontri One-to-One e alle sessioni di lavoro è gratuita ma è subordinata alla compilazione del modulo di registrazione e alla successiva conferma da parte dell’organizzazione di Città della Scienza.

La data di scadenza per l’iscrizione alla manifestazione è fissata al 31 ottobre 2018 per coloro
che sono interessati a partecipare agli incontri One-to-One, mentre le iscrizioni all’evento rimarranno aperte fino al 25 novembre 2018.

Il programma
All’evento di inaugurazione e apertura dei lavori, che si terrà a Milano alla presenza dei
rispettivi Ministri della Ricerca, seguiranno due focus territoriali tematici (Roma e Cagliari)
e il Sino-Italian Exchange Event (Napoli).

La manifestazione sarà inaugurata alla presenza dei Ministri Marco Bussetti e Wang ZhiGang. L’evento nell’ambito del programma permanente di cooperazione tra i due Paesi racchiude il China Italy Innovation Forum (CIIF) e il Sino-Italian Exchange Event (SIEE)

Il format della manifestazione prevede nel dettaglio:

• 4 Dicembre, Milano: Italy China Innovation Forum
• 5 Dicembre, Roma: Focus Territoriale Roma sulla Trasformazione digitale per la Salute
e Smart Culture
• 6 Dicembre, Cagliari: Focus Territoriale Cagliari sulle Nuove frontiere delle ICT, della
Fisica e dell’Astrofisica
• 6 Dicembre, Napoli: Sino-Italian Exchange Event promosso dalla Regione Campania.

Sono inoltre previsti due eventi specifici per l’edizione 2018 in occasione dell’evento
principale a Milano: l’iniziativa per “Start-up Innovative e i Giovani Talenti”, che avranno l’opportunità di incontrare investitori ed incubatori italiani e cinesi, con la terza edizione dell’Italy-China Best Start-up Showcase and Entrepreneurship Competition; la Vetrina della Cooperazione con una sessione poster e l’esposizione di prototipi frutto della cooperazione tra istituzioni ed imprese italiane e cinesi.

Il programma di cooperazione bilaterale è supportato da servizi di interpretariato italiano/cinese, presenti in ogni momento della manifestazione. Previsti come di consueto seminari, workshop e tavole rotonde sulle tematiche di rilevanza per i rispettivi Paesi nelle aree geografiche di appartenenza come enunciato nel Piano d’Azione Italia-Cina per la S&T.
Incontri one-to-one tra università, enti e aziende italiane e cinesi. Previste infine visite a centri di eccellenza italiani.

I promotori
L’iniziativa è promossa in Italia dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca–MIUR in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale-MAECI ed è coordinata dalla Città della Scienza di Napoli, sulla base dell’Accordo Quadro sottoscritto nel 2013 tra il MIUR, il MAE, il Ministero dello Sviluppo Economico, l’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, l’AgID – Agenzia per l’Italia Digitale e Città della Scienza stessa.
L’iniziativa vede la forte collaborazione del Consiglio Nazionale delle Ricerche–CNR, Confindustria, i Cluster Tecnologici Nazionali, le principali Università e Centri di Ricerca Italiani.

L’edizione 2018 viene inoltre promossa dalla Regione Campania per il Sino-Italian Exchange Event, e per i Focus Territoriali tematici dalla Regione Lazio e dalla Regione Sardegna.

Da parte cinese, il programma è promosso dal Ministero della Scienza e della Tecnologia–MOST e organizzato dal Beijing Municipal S&T Commission–BMSTC, ente emanazione del MOST, oltre che dal Beijing Association for Science and Technology–BAST, a sua volta membro della Chinese Association for Science and Technology – CAST e da altri importanti enti cinesi.