Torna l’ERCI Cybersecurity in Railways Task Force, organizzata da DITECFER, ospitata presso i Laboratori di Italcertifer-Gruppo FSI a Firenze-Osmannoro.

Si tratta della 4° riunione della Task Force europea istituita da ERCI-European Railway Clusters Initiative che tre volte l’anno riunisce tutti gli attori ferroviari di un Paese (istituzioni, O&M, industria, ricerca, PMI) e li fa incontrare con altre realtà europee per definire lo stato dell’arte normativo e tecnologico, per chiarire quali sono le necessità dei principali Operatori e Gestori delle Infrastrutture ferrotramviarie e metropolitane europei in tema di mitigazione dei rischi da cyberattacchi ai propri sistemi, per comprendere se e come la cybersecurity stia modificando i rapporti contrattuali con i fornitori di sistemi, e – ultimo ma non per importanza per i Distretti Ferroviari europei – per fornire un’opportunità di visibilità alle PMI europee che hanno sviluppato soluzioni in questo campo o che possiedono le necessarie competenze per farlo.

L’evento, che ha il patrocinio di ANIE ASSIFER e del CIFI, riunirà nelle varie tavole rotonde il know-how “made in Italy” in materia e creerà connessioni e stimoli per dare risposta alla sfida della gestione dei possibili cyberattacchi all’interno di ferrovie sempre più digitalizzate e di sistemi sempre più interconnessi.

Tra i relatori italiani l’Ing. Gianosvaldo Fadin in veste di membro dell’Advisory Committee IEC che sta normando la cybersecurity negli standard internazionali per il ferroviario; il Prof. Michele Colajanni, Direttore dell’Italy-Israel Joint Laboratory on Cybersecurity; FSI; Italcertifer; Thales Italia; Hitachi Rail Italy e molti altri.

Per l’occasione DITECFER ha lanciato un “awareness survey” per rilevare il grado di consapevolezza/preparazione da parte delle imprese italiane rispetto al tema, cui si può partecipare in soli 4 minuti da questo link: https://it.surveymonkey.com/r/88CN2WF.

 

Fonte: DITECFER