Il Consiglio Nazionale delle Ricerche, presso l’Istituto di Ingegneria del Mare, organizza, nell’ambito del Progetto TRIM  Tecnologia e Ricerca Industriale per la Mobilità Marina – ideato dal Cluster Nazionale Trasporti nel 2012 -, il programma di “Formazione per esperti in ricerca e sviluppo in ambito nautico e navale“.

Aperte le selezioni finalizzate all’assegnazione di 30 posti di frequenzaAi primi 21 candidati in graduatoria sarà assegnata una borsa dell’ammontare di € 16.200 al lordo delle imposte e/o trattenute dovute per legge e degli oneri a carico del CNR, i successivi 9 candidati selezionati saranno ammessi come uditori.

Possono partecipare alla selezione laureati magistrali quinquennale in Ingegneria, Scienze Matematiche, Scienze e Tecnologie Fisiche e Scienze e Tecnologie Chimiche (tutte le classi). La selezione sarà articolata in una valutazione della sussistenza dei requisiti e dei titoli presentati dal candidato e un successivo colloquio.

Il programma del corso

Articolato su tre (alternativi) obiettivi, è finalizzato alla formazione di esperti nelle aree:

  • alleggerimento strutturale e nuovi materiali;
  • sviluppo di tecniche di progettazione per il miglioramento dell’efficienza;
  • sviluppo di nuovi sistemi di propulsione, controllo delle emissioni e gestione di rumore e vibrazioni.

Il percorso prevede attività di formazione svolte da docenti universitari, ricercatori e/o esperti del settore (480+180 ore) e tirocini formativi presso Enti e/o Aziende del settore (540 ore) per un totale di 1200 ore in 13 mesi, con inizio a dicembre 2020. L’attività formativa si terrà a distanza, vista l’emergenza COVID-19.

Le domande di ammissione dovranno pervenire, esclusivamente in modalità telematica entro e non oltre il 16 novembre 2020.

Per informazioni è possibile consultare il bando, i siti dell’ente promotore www.inm.cnr.it e www.inm.cnr.it/trim oppure scrivere a trim_formazione.segreteria@inm.cnr.it .

Progetto Trim

TRIM (Tecnologia e Ricerca Industriale per la Mobilità Marina) è uno dei 4 progetti originati dal Cluster Nazionale Trasporti  nel 2012 e attivato a fine 2014, che giunge a compimento proprio grazie al corso di formazione.

Data la rilevanza dei settori marittimo e cantieristico per la crescita economica dell’Italia, i temi di ricerca connessi al trasporto sostenibile, all’efficienza energetica, alla qualità dei prodotti “Made in Italy”, alla sicurezza, alla qualità ambientale, rappresentano importanti sfide tecnologiche. TRIM persegue l’obiettivo dell’accrescimento della competitività e della crescita attraverso un programma di ricerca ed innovazione che include – tra l’altro – i nuovi materiali, l’efficienza energetica, la sicurezza del trasporto navale, il comfort a bordo e formazione di nuove professionalità cui vengono trasferiti i contenuti elaborati nel corso del progetto di ricerca.

Affronta alcune tra le più rilevanti sfide tecnologiche poste dal settore nazionale marittimo, attraverso la collaborazione tra Ricerca e Industria Italiana in due direzioni complementari: 

  • portare la ricerca a rispondere alle grandi sfide tecnologiche poste dal forte sviluppo delle altre industrie cantieristiche (come, ad esempio, quelle asiatiche); 
  • portare l’industria italiana a contribuire ad un aggiornamento delle tecnologie oggetto della ricerca cantieristica.